Manifesti e Foto

3 Prodotti/o

per pagina

Griglia  Lista 

Imposta ordine discendente
  1. Manifesto 1: Mao lo statista

    Manifesto 1: Mao lo statista

    Tasse escluse: 75,00 € Tasse incluse: 91,50 €

    Manifesto propagandistico rappresentante Mao lo statista. Dimensioni: cm.77x53x2,5 A causa della delicatezza dell'oggetto il costo della spedizione di questo articolo è indipendente da dimensioni e peso. Per qualsiasi chiarimento non esitate a contattarci. I poster o manifesti di propaganda cinesi furono prodotti principalmente durante il periodo del "grande balzo in avanti" della Cina (1958-1960) e durante la Rivoluzione culturale (1966-1976). Questa produzione si interruppe agli inizi degli anni '80 quando la Cina cominciò ad aprirsi all'Occidente. Il manifesto fu scelto come uno dei principali mezzi di propaganda perché era un oggetto economico e facilmente diffondibile. Era quindi possibile farlo arrivare nelle fabbriche, nei dormitori,ed anche nelle abitazioni private delle lontane campagne. Le immagini, realizzate con forte realismo e con colori accesi, avevano lo scopo di diffondere educazione, cultura e modi di pensare e di agire considerati “corretti” dal regime. Oltre a Mao erano rappresentati giovani e personaggi senza età e spesso senza sesso in pose dinamiche, pronti all’azione in quanto metafora delle le classi produttive sane e vigorose. Questi manifesti erano dunque fondamentali strumenti per la creazione di una comunicazione non verbale capace di parlare alle sterminate e variegate masse cinesi e rappresentano per noi oggi un importante documento della cultura e della storia di un grande Paese come la Cina. Per saperne di più
  2. Manifesto 2: i grandi leader comunisti.

    Manifesto 2: i grandi leader comunisti.

    Tasse escluse: 75,00 € Tasse incluse: 91,50 €

    Manifesto propagandistico rappresentante i grandi leader comunisti. Dimensioni: cm.86x62x2,5 A causa della delicatezza dell'oggetto il costo della spedizione di questo articolo è indipendente da dimensioni e peso. Per qualsiasi chiarimento non esitate a contattarci. I poster o manifesti di propaganda cinesi furono prodotti principalmente durante il periodo del "grande balzo in avanti" della Cina (1958-1960) e durante la Rivoluzione culturale (1966-1976). Questa produzione si interruppe agli inizi degli anni '80 quando la Cina cominciò ad aprirsi all'Occidente. Il manifesto fu scelto come uno dei principali mezzi di propaganda perché era un oggetto economico e facilmente diffondibile. Era quindi possibile farlo arrivare nelle fabbriche, nei dormitori,ed anche nelle abitazioni private delle lontane campagne. Le immagini, realizzate con forte realismo e con colori accesi, avevano lo scopo di diffondere educazione, cultura e modi di pensare e di agire considerati “corretti” dal regime. Oltre a Mao erano rappresentati giovani e personaggi senza età e spesso senza sesso in pose dinamiche, pronti all’azione in quanto metafora delle le classi produttive sane e vigorose. Questi manifesti erano dunque fondamentali strumenti per la creazione di una comunicazione non verbale capace di parlare alle sterminate e variegate masse cinesi e rappresentano per noi oggi un importante documento della cultura e della storia di un grande Paese come la Cina. Per saperne di più
  3. Manifesto 3: Mao il nuotatore.

    Manifesto 3: Mao il nuotatore.

    Tasse escluse: 75,00 € Tasse incluse: 91,50 €

    Manifesto propagandistico rappresentante Mao dopo la nuotata nel Fiume Azzurro. Dimensioni: cm.63x84,5x2. A causa della delicatezza dell'oggetto il costo della spedizione di questo articolo è indipendente da dimensioni e peso. Per qualsiasi chiarimento non esitate a contattarci. I poster o manifesti di propaganda cinesi furono prodotti principalmente durante il periodo del "grande balzo in avanti" della Cina (1958-1960) e durante la Rivoluzione culturale (1966-1976). Questa produzione si interruppe agli inizi degli anni '80 quando la Cina cominciò ad aprirsi all'Occidente. Il manifesto fu scelto come uno dei principali mezzi di propaganda perché era un oggetto economico e facilmente diffondibile. Era quindi possibile farlo arrivare nelle fabbriche, nei dormitori,ed anche nelle abitazioni private delle lontane campagne. Le immagini, realizzate con forte realismo e con colori accesi, avevano lo scopo di diffondere educazione, cultura e modi di pensare e di agire considerati “corretti” dal regime. Oltre a Mao erano rappresentati giovani e personaggi senza età e spesso senza sesso in pose dinamiche, pronti all’azione in quanto metafora delle le classi produttive sane e vigorose. Questi manifesti erano dunque fondamentali strumenti per la creazione di una comunicazione non verbale capace di parlare alle sterminate e variegate masse cinesi e rappresentano per noi oggi un importante documento della cultura e della storia di un grande Paese come la Cina. Per saperne di più

3 Prodotti/o

per pagina

Griglia  Lista 

Imposta ordine discendente
Gli ordini on line pervenuti dal 3 al 28 agosto saranno processati a partire dal 29 agosto.